ULTIMI AGGIORNAMENTI:

Presentazione “Il mio 25 Aprile”

bandiera_rsiIl 25 aprile si celebra ogni anno la “festa della Liberazione”: unico paese al mondo l’Italia a festeggiare la sconfitta in un conflitto. Il 25 aprile 1945 è infatti la data in cui le truppe del CLN (Comitato di Liberazione Nazionale) entrano a Milano con gli alleati. Ormai in Italia non si combatte più: i tedeschi stanno da tempo trattando la resa delle loro truppe in Italia, il Duce parte da Milano per il lago di Como dove tenterà di intrattenere le ultime trattative con emissari ancora oggi sconosciuti. Non vuole ulteriori spargimenti di sangue e il “ridotto della Valtellina” rimarrà solo un sogno di Pavolini e pochi altri.

La guerra era ormai alla sua conclusione ma per altri, molti altri, era l’inizio di un incubo: a decine di migliaia cadranno per mano dei criminali partigiani comunisti. In questa rubrica racconteremo, grazie alle loro testimonianze, cosa accadde a tanti giovani soldati in quei giorni, a quelli più fortunati che caduti prigionieri degli alleati o di gruppi partigiani più “moderati” non finiranno giustiziati. Fonte preziosa di questa nuova rubrica sarà il testo “RSI Addio…” edito nel 1993 da Lo Scarabeo Editore. Vi racconteremo volta per volta le avventure dei ragazzi della Scuola Allievi Ufficiali della GNR (Guardia Nazionale Repubblicana” di Fontanellato in provincia di Modena.

Queste testimonianze sono per noi preziosissime: invitiamo per questo tutti i reduci ancora in vita a volerci scrivere la propria esperienza di quei giorni. La pubblicheremo in questa sezione. Indirizzate le vostre lettere a: redazione@ilduce.net;

Inserisci un commento

Scroll To Top