ULTIMI AGGIORNAMENTI:

La Famiglia del Duce

Famiglia Mussolini - Anni '30

Famiglia Mussolini – Anni ’30

Per Benito Mussolini la famiglia ha sempre rappresentato un costante punto di riferimento: la sua figura di padre e marito è stata più volte descritta nelle opere autobiografiche di Rachele e Romano. Importantissimo sarà per lui il fratello Arnaldo per il quale soffrirà moltissimo alla scomparsa. Sarà legato a tutti i suoi cinque figli indistintamente: Edda, la maggiore, quella più simile a lui caratterialmente e dotata di grande carisma e personalità; Vittorio, il più vicino dal punto di vista politico, in prima linea durante la nascita della Repubblica Sociale; Bruno l’aviatore  morto in volo nel 1941, colpo che rappresenterà moralmente l’inizio del declino e al quale dedicherà un libro “Parlo con Bruno”; Romano il musicista per il quale il Duce era sempre e solo “Papà”; Anna Maria, la più piccola, ammalatasi di poliomielite da bambina e alla quale la vita darà poco tempo.

“Mio padre Alessandro era un fabbro ferraio, un uomo robusto con mani forti grandi e vigorose. Il suo cuore e la sua mente erano sempre occupati ed eccitati da teorie socialiste. Il mio più grande amore era mia madre. Era tranquilla, affettuosa, e tuttavia molto forte. Si chiamava Rosa. Non solo si occupava dei figli, ma insegnava anche alla scuola elementare.”

dall’Autobiografia di Benito Mussolini

 ”Tu sei là, disteso sopra un lettuccio, immobile, con la testa fasciata sino agli occhi chiusi. Le coperte ti coprono tutto sino al collo e sembri dormire. Sul tuo volto qualche macchia di sangue, ma i tuoi lineamenti sono intatti”.

da “Parlo con Bruno”

Durante gli anni '20

Durante gli anni ’20

Il Duce con Rachele e i figli ai bagni. Seduti da destra: Edda, Vittorio e Bruno. Romano e Anna Maria non sono ancora nati.

La Pagina verrà completata con le biografie di Rachele Guidi e dei figli Edda, Vittorio, Bruno, Romano e Anna Maria.

Inserisci un commento

Scroll To Top