::.. Pagina Iniziale ..::
- L'Editoriale del mese
- Scrivi al Direttore
:: Benito Mussolini ::
- Introduzione- Biografia- Fotografie- Discorsi- Video- L'ultima intervista- La Morte del Duce- Il Testamento:: Il Fascismo ::- Introduzione- La Storia del Fascismo- Dottrina- I Programmi- I Personaggi- Frasi e Motti- La Propaganda- Il Confino- Storia II° Guerra Mondiale- Gli Speciali sul Fascismo- La Tragedia delle Foibe- Scritti da voi:: Area Download ::- Mp3 Canti Fascisti- Sfondi e Suonerie- Calendario Duce:: Area Interattiva ::- Benito Mussolini Forum- Chat Ilduce.net- Newsletter- Collabora al sito- I nostri sondaggi:: Altre Sezioni ::- Le nostre Recensioni- Il Pensiero di Dagonavy- Esclusive Ilduce.net- Parlano di noi- Eventi- Chi Siamo- Siti Amici


"...finché la mia stella brillò, io bastavo per tutti; ora che si spegne, tutti non basterebbero per me. Io andrò dove il destino mi vorrà, perché ho fatto quello che il destino mi dettò.."
- - - -

"I fascisti che rimarranno fedeli ai principi, dovranno essere dei cittadini esemplari. Essi dovranno rispettare le leggi che il popolo vorrà darsi e cooperare lealmente con le autorità legittimamente costituite per aiutarle a rimarginare, nel più breve tempo possibile, le ferite della Patria"
- - - -
"..Stalin è seduto sopra una montagna di ossa umane. E' male? Io non mi pento di aver fatto tutto il bene che ho potuto anche agli avversari, anche ai nemici, che complottavano contro la mia vita"

  Pagina Iniziale  Preferiti  Forum

 

 Fai conoscere Ilduce.net ai visitatori del tuo blog o del tuo sito. Scarica i nostri loghi e banner e diffondili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

30 Agosto 1957
IL DUCE TORNA A CASA

 

L'anno 1957 addì trenta del mese di agosto nel Cimitero di S. Cassiano di Predappio sono presenti:
1°)Sig.ra GUIDI Rachele ved. Mussolini di anni 65 da Predappio Alta dom.a Roma Viale Libia 189;
2°)MOSCHI Romana fu Germano di anni 30 da Predappio dom. a Predappio nipote della Sig.ra Guidi Rachele;
3°)Padre Carlo da Milano, Cappuccino, al secolo Domenico VARISCHI nato a Milano il 29/12/1903 dom.o nel Convento dei Cappuccini di Viale Piave in Milano;
4°)Prof. CATTABENI Caio Mario fu Guido di anni 46 da Mestre dom.a Milano Viale Giangaleazzo 16, ordinario di medicina legale nell'Università di Milano e Direttore dell'Istituto di Medicina Legale della stessa Università;
5°)Prof. CAZZANIGA Antonio fu Fulvio di anni 72 da Cremona dom.a Milano via S. Sisto n.9, ordinario f.r. di medicina legale dell'Università di Milano;
6°)Dott. AGNESINA Vincenzo Ispettore Generale Capo di P.S. dom.a Roma Viale Gorizia 25/C.;
7°)MESSINA Michele fu Michele di anni 49 da Nicastro Maresciallo dei Carabinieri Comandante la Sezione di Predappio.

L'Ispettore Generale Capo dr. Agnesina -per mandato conferitogli dal Capo della Polizia in nome e per conto del Governo Italiano- consegna alla vedova Mussolini i resti della spoglia mortale del defunto suo marito Benito Mussolini racchiusi in una cassa di legno ed una di zingo.

Padre Ralo (Carlo?? ndr) da Milano dichiara di essere stato richiesto nell'agosto 1946 dal defunto Cardinale Schuster che il suo ordine prendesse in consegna dall'allora Questore di Milano dr. Agnesina, qui presente, i resti della spoglia mortale di Benito Mussolini e li custodisse in uno dei propri conventi in luogo sacro: che a seguito di esplicito consenso del Padre Provinciale dell'epoca fu dato mandato a Padre Mauro (di? ndr) Cornata d'Adda di provvedere di conformità alla richiesta dell'Eminentissimo Cardinale: per cui la cassa contenente tali resti, come risulta dai documenti in possesso dell'ordine, fu ricevuta e custodita, in data 25 agosto 1946, nella cappella del Convento di Cerro Maggiore e quivi è rimasta fino alle ore 17 di ieri in quanto a tale ora - a seguito dell'ordine ricevuto dal Capo della Polizia - i predetti resti mortali furono prelevati dal dr. Agnesina e trasportati scortati dallo stesso Padre Provinciale di Milano nel Convento di Musocco donde stamane alle ore 6 sono stati nuovamente prelevati e trasportati, scortati dallo stesso Padre Carlo da Milano, in questo Cimitero di S.Cassiano di Predappio, per la consegna ai familiari e conseguente definitiva tumulazione.

A richiesta della vedova Mussolini vengono aperte le casse contenenti i resti mortali di cui trattasi per procedere al loro riconoscimento ad opera del prof. Cattaberi e del prof. Gazzaniga.

Il prof. Cattabeni - che procedette nel 1945 alla prima autopsia della salma di Benito Mussolini ed il prof. Cazzaniga che procedette nell'agosto 1946 al riconoscimento dei resti di tale salma (quando questa fu reperita dall'allora Questore di Milano nella Certosa di Pavia dove era stata occultata dopo il noto trafugamento dal Cimitero di Musocco di Milano), - sulla base dei verbali originali di necroscopia esistenti presso l'Istituto di Medicina Legale dell'Università di Milano n.7241 e n. 8357, procedono all'esame dei resti mortali contenuti nella casse di cui trattasi e dichiarano che essi sono effettivamente i resti dell'intera spoglia mortale di Benito Mussolini per i seguenti caratteri di identificazione:
1°) depressione fratturativa dell'intera regione parieto occipitale di sinistra;
2°) frattura comminuta della regione orbitale di sinistra;
3°) presenza nella cavità cranica di frammenti di tessuto e di tela e maglia già a suo tempo riconosciuti dall'aiutante necroscopo Sig.Losa (v.verbale n.8357);
4°) frattura della branca orizzontale destra della mandibola;
5°) frattura comminuta del basi cranio;
6°) completo distacco del piede sinistro;
7°) distacco sub totale della mano destra;
8°) zona iperostosica sulla faccia anteriore della tibia destra della lunghezza di circa 20 cm. (tibia sinistra indenne);
9°) perdita di sostanza in forma di foro all'ala iliaca sinistra (v.verbale n.8357).
I proff. Cattabeni e Cazzaniga, concordemente, giudicano i sopradescritti reperti probativi della identità dei resti cadaverici di cui trattasi.

Il prof. Cattabeni consegna contemporaneamente alla vedova Mussolini l'intero encefalo così come prelevato all'atto della necroscopia compiuta il 30 aprile 1945 e conservato in vaso di vetro presso l'Istituto di Medicina legale di Milano fino alla data odierna.

La vedova Mussolini prende atto ad ogni effetto delle dichiarazioni innanzi estese, ringrazia il Governo italiano per la determinazione adottata e prende in consegna per sè e per i suoi la spoglia mortale ed il cervello del suo defunto marito per dare ad essa regolare sepoltura nell'apposito sarcofago disposto in questo Cimitero di S. Cassiano di Predappio.

Dopo di che tutti gli intervenuti procedono alla sottoscrizione del presente verbale redatto in tre esemplari di cui uno viene consegnato alla vedova Mussolini, uno al prof. Cattabeni perchè sia custodito negli atti dell'Istituto di Medicina Legale dell'Università di Milano, ed il terzo al dr. Agnesina per essere rimesso al Capo della Polizia in carica dott. G. Carcaterra.


Perchè consti ad ogni effetto:

seguono le firme degli intervenuti prima descritti (ndr).

 

[Duce] [Fascismo] [Forum] [Chat] [Newsletter] [Scrivici] [Sfondi e Suonerie]
[
Storia] [Frasi e Motti] [Chi Siamo] [Personaggi] [Siti Amici] [Recensioni] [Sostieni Ilduce.net]


Copyright © 2001 - 2008 Giuseppe Minnella - Contatti: Info@ilduce.net -

Dichiarazione ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n. 62.
Questo sito non è un "prodotto editoriale diffuso al pubblico con periodicità regolare".
Gli aggiornamenti consistono in migliorie/approfondimenti a quanto già pubblicato